Verso la Donna

Verso la Donna

Immaginieparole Poesia

N. Visite Pagina: 30

Verso la Donna
di Melpignano Antonella

 

Ancor nella culla
già viene additata,
non è nato il maschio
della casata,
ed allora la femmina
si manda in convento
o si fa maritare creando scontento.

La donna continua la sua evoluzione,
prova a far della sua vita una rivoluzione:
il diritto al voto,
la separazione,
il divorzio agognato,
l’aborto assistito
e poi la lotta dentro ad un partito.

La carriera ostacolata,
perché sempre meno intelligente considerata,
ma anche insultata,
sedotta e abbandonata.

Continuando nel tempo Stalkerata
insidiata, odiata a volte declassata,
perché il paragone con uomo
non deve vederla abbinata.

Il tempo cambia ma per la donna
più difficile diventa portare la gonna,
ora siamo nell’era dell’Uccisione
della Moglie o compagna che rompe l’unione.

Non è giusto andare per una nuova strada
ricostruire una vita che era affossata.

Voglio solo pregare chi l’ha creata
di tutelare la creatura affiancata,
perché in realtà la donna decantata
vuole solo assurgere nella posizione adeguata,
per essere alfine

“””amata e  rispettata.””””…

FavoriteLoadingAggiungi ai preferiti

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.