La Trappola di Dalian

“Summer on a solitary beach”: Franco Battiato in versione punk con La Trappola di Dalian

Arti Performative Cultura Musica Notizie Uncategorized

N. Visite Pagina: 25

La cover di “Summer on a solitary beach” è il tributo reso dalla band punk torinese La Trappola di Dalian, nel giorno del primo anniversario della scomparsa di Franco Battiato.

Il brano tra i più famosi del musicista catanese pubblicato per la prima volta nel 1981 come estratto dell’album “La voce del padrone”, esce in versione punk tra chitarre distorte, una ritmica incalzante e una linea vocale graffiante con la produzione di Adriano Vecchio. Sofia Cazzato (voce), Alessio Piedinovi (batteria), Angelo Rizza (basso) e Lorenzo Borghetto (chitarra), questi i componenti della band che ha da poco pubblicato il suo disco d’esordio “Oltre il click”. Questo pezzo è il loro personale omaggio ad uno dei musicisti italiani più importanti, anche al di là dei generi musicali solo apparentemente distanti.
“Battiato in fondo era un rivoluzionario -commenta la band-, e cosa c’è di più rivoluzionario del punk? La sua intera discografia ha influenzato tutti noi, e generazioni intere di colleghi appartenenti ad altri generi musicali. E come dimenticare poi il suo album “Il vuoto” del 2007, dove ha voluto accanto a sé la band punk MAB…”
Per il videoclip realizzato da Sette AFK Media Team, la band ha scelto come location una spiaggia e un mare proprio di quel Mediterraneo, che idealmente li unisce al Maestro. Le riprese si concludono con le parole dello stesso Battiato, che in un’intervista risalente a metà Anni ’80 spiegava il suo concetto di amore.

FavoriteLoadingAggiungi ai preferiti

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.