Ceglie Messapica presentazione libro Le nostre imperfezioni Luca Trapanese 7 settembre 2022

Ceglie Messapica: mercoledì 7 settembre ultimo appuntamento di “Per gusto e per diletto” con “Le nostre imperfezioni” di Luca Trapanese

Arti Visive Scrittura

N. Visite Pagina: 32

CEGLIE MESSAPICA (BR) – Proseguono gli eventi nella città di Ceglie Messapica: mercoledì 7 settembre alle 19:00 la rassegna letteraria “Per gusto e per diletto” si concluderà con la presentazione del libro “Le nostre imperfezioni” (Adriano Salani Editore) di Luca Trapanese intervistato da Sergio Tatarano, presso il Museo MAAC Giardino della Poesia “Rita Santoro Mastantuono” in Via Enrico de Nicola n°1.

In un romanzo struggente e ricco di interrogativi che scavano l’anima dei personaggi, Trapanese ci ricorda che la vita non è una favola e ti colpisce sempre alle spalle, ma che lo stesso fa anche la felicità, arriva sempre da dove meno te l’aspetti.
Dicono che non serve una ragione precisa per compiere il Cammino di Santiago, e che per viverlo al meglio bisogna sapersi sorprendere a ogni passo. In effetti Livio non sa esattamente perché ha deciso di partire zaino in spalla, trascinando con sé due amiche fino alla tomba di San Giacomo. Per consolidare la propria fede e prendere finalmente i voti? O per il motivo opposto, temporeggiare quanto basta per capire se è davvero quella la sua strada? Di certo, ad animare le sue scelte è sempre stato l’amore per gli altri, una vocazione che lo ha portato molte volte lontano da casa – un bell’appartamento a Posillipo, coccolato da mamma e papà – e l’ha condotto in giro per il mondo, al fianco degli umili, dei bisognosi, degli ultimi. La risposta ai suoi dubbi lo attende nell’antico borgo di Portomarín e ha il volto sorridente di Pietro, un architetto dai tratti orientali e in sedia a rotelle, che si offre di accompagnarlo nella chiesa di San Nicola e di mostrargliene la prodigiosa bellezza. Una chiacchiera dopo l’altra, i due diventano presto inseparabili e decidono di proseguire insieme fino a Compostela, fino a scoprire un’altra preziosa verità: il Cammino più importante non si fa a piedi, ma con il cuore. E così l’arrivo al santuario si trasformerà nell’inizio di un nuovo percorso, più lungo e più difficile per entrambi.
Per quel che riguarda Luca Trapanese, è nato nel 1977 e dai quattordici anni si dedica al volontariato. Coordina progetti di sviluppo economico e sociale in India e in Africa. Ha fondato la onlus A Ruota Libera, punto di riferimento per le famiglie napoletane con persone disabili, ma anche comunità per ragazzi orfani e disabili, una scuola di recupero di antichi mestieri napoletani per giovani disagiati e una casa-famiglia per bambini con gravi patologie, unica in tutto il Sud Italia. Per Einaudi ha pubblicato, con Luca Mercadante, Nata per te (2018).

FavoriteLoadingAggiungi ai preferiti

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.