benvenuto antonio

Antonio Benvenuto e la rivisitazione di un opera del 500

Scrittura

N. Visite Pagina: 21

Antonio Benvenuto e la rivisitazione di un opera del 500

Giusto un anno fa, nella parrocchia San Francesco D’Assisi di Oria, ospiti del parroco don Giuseppe Leporale, sempre sensibile alla cultura, il prof. Antonio Benvenuto proponeva il suo ultimo lavoro, una riedizione di un’opera del 500 la quale parlava di Oria e della Puglia intera. Citata dallo storico oritano Domenico Albanese cadeva poi nell’oblio, quindi onore al prof. Antonio Benvenuto che l’ha resa disponibile ai giorni nostri.

Reca un titolo lunghissimo com’era in uso in quell’epoca e l’autore si firma con uno pseudonimo, Il Cieco di Forlì. Fu presentata dall’emerito professore dell’università di Bari Luigi Marseglia davanti a un folto pubblico che gremiva la chiesa (da lì a poco sarebbe iniziato il lock down)

(In foto a sin.il prof. Antonio Benvenuto e a dex la copertina dell’opera presentata)

FavoriteLoadingAggiungi ai preferiti

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.