Oria Paratorneo dei Rioni 2022

Ad Oria la settima edizione del Paratorneo dei Rioni

Eventi

N. Visite Pagina: 52

ORIA (BR) – Dopo due anni di stop a causa della pandemia, domenica 31 luglio alle ore 20:30 presso l’Istituto dei Padri Rogazionisti di Oria si è tenuto il Paratorneo dei Rioni.

Un appuntamento in costume d’epoca, quattro Rioni, sette gare d’ispirazione medievale. A fronteggiarsi per vincere l’ambìto Palio, donato quest’anno della Venerabile Confraternita del SS Rosario di Oria, sonon stati undici ragazzi e ragazze provenienti da diversi paesi della provincia di Brindisi, divenuti atleti per portare in alto i colori del proprio Rione.
L’evento di carattere sportivo-culturale, ideato e organizzato dall’Associazione EX AEQUO rappresenta un progetto unico in tutta Europa, nato con l’intento di dissolvere l’antinomia che da sempre contrappone il Medioevo alla disabilità. Il Paratorneo, infatti, prendendo spunto dal Torneo dei Rioni, rievocazione storica simbolo della città di Oria, offre ad atleti aventi disabilità psico-fisiche la possibilità di sentirsi protagonisti della tradizione e della cultura oritana disputando, da soli o in gruppo, gare studiate per loro da professionisti del settore terapeutico-riabilitativo.
“Ripartire dopo questo lungo periodo di pausa forzata non è stato facile, ma la voglia di ricominciare era tanta sia da parte nostra che da parte degli atleti. – dichiara Federico Farina, vicepresidente dell’Associazione EX AEQUO – Oltre alle nuove adesioni, sono state tante le riconferme e questo per noi è motivo d’orgoglio perché ci fa comprendere che stiamo facendo bene, nonostante la situazione sanitaria non ci permetta ancora di vivere a pieno questa esperienza con la vicinanza fisica e gli abbracci di un tempo”.
Quella del 31 luglio rappresenta la serata conclusiva di una serie di incontri e di allenamenti su attrezzature non convenzionali che hanno visto gareggiare 6 atleti oritani, 1 di Torre Santa Susanna, 2 di Francavilla Fontana, 1 di Latiano e 1 atleta originario della Sardegna trasferitosi a Oria tre anni fa.
Ad aprire la serata del 31 luglio, la suggestiva esibizione delle ballerine della Centro Studi danza Arte in Movimento di Oria. Durante l’evento sono stati garantiti il servizio di interpretariato della lingua dei segni grazie alla disponibilità della dott.ssa Tiziana Di Levrano.
La serata è stata presentata Pierdamiano Mazza. Qui sotto il reportage fotografico a cura di Daniele Martini.

FavoriteLoadingAggiungi ai preferiti

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.